Clandestini tunisini arrestati a Padova: uno minorenne pusher, l'altro con precedenti

La Polizia di Stato arresta pusher 17enne tunisino sbarcato sulle coste siciliane ad inizio anno, insieme a un 22enne tunisino con precedenti evasi dall'espulsione. Una lotta contro lo spaccio su strada mette in evidenza il coinvolgimento crescente di min

A cura di Redazione
19 giugno 2024 11:42
Clandestini tunisini arrestati a Padova: uno minorenne pusher, l'altro con precedenti
Condividi

La polizia di Stato ha arrestato un pusher tunisino di 17 anni, arrivato sulle coste siciliane all’inizio dell’anno e un altro tunisino di 22 anni con precedenti, che è riuscito a sfuggire per ben due volte all’espulsione. La Squadra Mobile di Padova ha nuovamente agito per contrastare lo spaccio su strada, arrestando un minore straniero non accompagnato. Il Questore di Padova, Marco Odorisio, ha sottolineato che da inizio anno sono stati individuati 45 minori autori di reati, principalmente coinvolti nello spaccio di stupefacenti.

Il minore tunisino di 17 anni, arrestato ieri, era arrivato sulle coste trapanesi all’inizio dell’anno e dopo essersi allontanato da una struttura di accoglienza a Trapani, è stato rintracciato nella provincia di Padova. Nella giornata di ieri, è stato sorpreso con alcuni grammi di hashish e arrestato dai poliziotti della Squadra Mobile durante un’operazione in un’area verde, dove è stato trovato in possesso di cocaina e denaro.

Nello stesso luogo è stato controllato anche un tunisino di 22 anni con precedenti per stupefacenti, che è stato trovato senza documenti e soggetto a due note di ricerca emesse dalla Germania e dalla Questura di Padova. Il Questore di Padova, Marco Odorisio, ha disposto l’immediato accompagnamento e trattenimento nel C.P.R. di Gradisca d’Isonzo per il tunisino di 22 anni, che è stato collocato dai poliziotti della Questura di Padova.

✅ Fact Check FONTE VERIFICATA

Ti è piaciuto questo articolo? Seguici...

Via Newsletter

Niente spam, solo notizie interessanti. Proseguendo accetti la Privacy Policy.

Sui Canali Social